x

Submitting Form...

The server encountered an error.

Form received.

Nel rispetto del Dlgs n. 196/2003 e del Regolamento UE 2016/679  sulla tutela dei dati personali Gajarda Srl garantisce che i dati inseriti nel presente modulo verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alle richieste dell’utente. Facendo clic sul pulsante -INVIA- si conferma di aver letto l'Informativa sulla privacy e si fornisce il proprio consenso al trattamento dei dati personali immessi.

Trattamenti e potabilizzazione delle acque

La potabilizzazione delle acque consiste nella rimozione delle sostanze contaminanti dalle acque grezze per ottenere un’acqua che sia idonea al normale consumo domestico o irriguo oppure industriale.

I metodi di rimozione utilizzati possono essere di natura fisica, chimico-fisica e biologica in base al tipo di sostanze da eliminare dall’acqua grezza in ingresso all’impianto.

  • Addolcimento - Rimozione del calcare

    Il nemico numero uno di ogni circuito idrico è il calcare: oltre a provocare ingenti danni a tubazioni, ceramiche ed elettrodomestici, comporta anche un inutile spreco di energia.

    Sebbene esistano altre tecniche per contrastare la sua formazione, l’addolcimento a scambio ionico è fra le più efficaci.

  • Denitrificazione - Rimozione dei nitrati

    Lo scambio ionico è una tecnica di trattamento delle acque che prevede uno scambio di sostanze tra l’acqua ed uno specifico materiale che viene comunemente chiamato resina.

    Le specie chimiche che vengono scambiate sono ioni (specie chimiche che presentano una carica elettrica).

  • Filtrazione a sabbia - Rimozione della torbidità ed impurità

    La filtrazione su quarzite è il più elementare metodo di trattamento delle acque ed è generalmente utilizzato come pre-trattamento a monte di altri sistemi.

    Tale filtrazione prevede che l’acqua attraversi una colonna riempita con sabbia silicea in differenti granulometrie.

  • Trattamento con i carboni attivi - Rimozione degli odori e dei sapori sgradevoli

    Il carbone attivo è un materiale poroso costituito da carbonio amorfo. La sua elevata capacità adsorbente lo rende perfetto per il trattamento delle acque in quanto esso trattiene una vasta varietà di molecole organiche.

  • Deferrizzazione - Rimozione del ferro

    Il ferro è il metallo più abbondante all’interno della terra, oltre che costituire un rischio per la salute può causare problemi di natura estetica: colore giallino o rosso, macchiare superfici di contatto o biancheria, o dare uno sgradevole sapore all’acqua.

    Ferro e Manganese possono essere rimossi tramite un processo di filtrazione che unisce l’azione meccanica della quarzite a quella catalitica della pirolusite, tale processo è chiamato deferrizzazione,

  • Dearsenificazione - Rimozione dell’aersenico

    L’arsenico (As) è un metallo pesante (Tossico) presente anche nelle falde acquifere. Il G-OX è il miglior materiale filtrante utilizzato nel trattamento delle acque destinate al consumo umano.

    È costituito da idrossido ferrico granulare cristallino e la sua particolare struttura garantisce la massima efficenza nell’adsorbimento dell’arsenico sia As (III) che As (V).

  • Defluorizzazione - Rimozione dei fluoruri

    Il fluoruro, nel nostro organismo svolge funzioni biologiche fondamentali ma se assunto in dosi eccessive può avere effetti negativi sulla salute.

    Il sistema utilizzato per la rimozione dei fluoruri è l’adsorbimento. Nel caso specifico la sostanza solida adsorbente è ossido idrossido di alluminio granulare (allumina attivata).

    Il fluoruro viene trattenuto dal materiale filtrante che viene attraversato dall’acqua da trattare con una velocità tale da garantire un tempo di contatto acqua allumina attivata ideale per l’adsorbimento.

  • Disinfezione - Rimozione della carica batterica

    Per stabilire quanto e come occorre disinfettare l’acqua, al fine di far rientrare i parametri di contaminazione microbiologica nei valori stabiliti dalla legge occorre conoscere:

    • La tipologia della contaminazione
    • La quantità della contaminazione
    • Il tipo di trattamento da utilizzare

    I trattamenti più diffusi sono il dosaggio di Ipoclorito di sodio in maniera proporzionale tramite una pompa dosatrice o la disinfezione tramite sterilizzatore U.V.

  • Osmosi inversa - Riduzione del residuo fisso

    Le acque contenenti elevate quantità di sali possono costituire molteplici problematiche sia per l’uso domestico che per l’uso agricolo.

    Il miglior sistema per trattare tali acque è certamente l’osmosi inversa.

    Questa tecnologia si basa sulla capacità fisica di membrane semi-permeabili, che riescono a trattenere i sali e altri agenti estranei, quando vengono attraversate dall’acqua alla quale viene imposta la corretta pressione.

Acque di pozzo

In Italia ci sono oltre 10 milioni di pozzi tra censiti e abusivi, e una grossa fetta non è servita da acque potabile di rete.

Le impurità più comuni che possono trovarsi nell’acqua di pozzo sono sabbia o argilla ma anche inquinanti microbiologici come coliformi fecali e inquinanti chimici come ferro, manganese, arsenico, nitrati o prodotti utilizzati in agricoltura.

Contattaci subito per concordare un'analisi chimica dell'acqua del tuo pozzo.

TOP

trattamenti delle acque di scarico

Le acque reflue domestiche sono quelle provenienti dai sistemi di scarico delle abitazioni, e vengono di solito distinte:

• in acque nere provenienti dal w.c.

• in acque grigie provenienti dagli altri apparecchi idrici di bagno e cucina

• in acque meteoriche provenienti dalle precipitazioni atmosferiche e smaltite attraverso le pluviali.

Le acque provenienti dagli apparecchi igienici domestici e quelle meteoriche devono essere infatti smaltite attraverso due sistemi di canalizzazione separati, che possono essere eventualmente canalizzati congiuntamente solo all’esterno dell’edificio, in base a quanto stabilito dalla normativa nazionale e dai vari regolamenti locali.

  • Fitodepurazione

    La Fitodepurazione è un processo di depurazione naturale che sfrutta la capacità delle piante di assorbire le sostanze presenti nelle acque. Gli impianti sono costituiti da bacini impermeabilizzati nei quali viene inserito uno strato di ghiaia che supporta un terreno umido/paludoso nel quale sono impiantate le piante. Le acque reflue vengono incanalate nel bacino dove l’azione combinata delle piante e dei microrganismi che proliferano nel terreno consentono un abbattimento del carico organico fino al 90%.

    Questo processo non richiede alcuna fonte di energia esterna ed ha un impatto ambientale pari a 0.

  • Evapotraspirazione

    La Evapotraspirazione è il processo nel quale le piante assorbono le acque dal terreno e la disperdono nell’aria sotto forma di vapore.

    Questo processo può essere sfruttato per disperdere le acque dopo che esse sono state depurate. I sistemi ad evapotraspirazione vengono installati a valle di sistemi di trattamento primario.

    Le piante più adatte sono quelle a foglia larga (lauroceraso, canne di bambù, ecc.); esse vengono impiantate in vasche in PRFV sul cui fondo è posto un tessuto geotessile che sostiene il terriccio nel quale crescono le piante.

  • Letti percolatori

    Il trattamento delle acque reflue tramite letti percolatori è basato sulla depurazione biologica. I letti percolatori infatti sono costituiti da corpi realizzati in materiale plastico posti alla rinfusa all’interno di serbatoi in PEAD o vasche di cemento.

    Sulla superficie di questi corpi aderiscono delle colonie batteriche che proliferano velocemente. I corpi di riempimento permettono un aumento della superficie specifica di contatto tra refluo e biomassa.

  • Separatori grassi

    Il separatore grassi proposto da Gajarda è applicabile alle residenze civili ed alle attività agroalimentari (ristoranti, bar, agriturismi, alberghi, campeggi, ecc) ove è necessario trattenere i grassi a protezione dei corpi recettori (fognatura, corpi idrici superficiali e suolo).

  • Separatori oli

    Il separatore oli proposto da Gajarda è rispondente alla norma UNI EN 858 classe I e II ed è basato sulla tecnologia della filtrazione a coalescenza per garantire elevatissime rese in termini di efficienza depurativa in acque cariche di idrocarburi.

  • Depurazione biologica

    La depurazione biologica è la tecnologia più utilizzata per il trattamento delle acque reflue di provenienza urbana e spesso anche industriale. Il trattamento dei reflui avviene tramite l’azione di microrganismi che degradano la materia organica.

    La depurazione biologica avviene generalmente in 4 step:

  • Ossidazione totale

    Le soluzioni Gajarda per il trattamento delle acque reflue domestiche ed assimilate (agriturismi, ristoranti, strutture alberghiere, caseifici, cantine, agroalimentare, autolavaggi, campeggi ecc.) si basano sulla tecnologia della depurazione biologica a fanghi attivi con una gamma per le piccole che le grandi utenze da 5 AE fino a 150 AE.

  • Impianti di prima pioggia

    Le soluzioni Gajarda per il trattamento delle acque di prima pioggia sono applicate ad attività quali PV carburanti, piazzali autodemolizioni, parcheggi ed aree soggette ad inquinamento; si basano sulla tecnologia della dissabbiatura, disoleatura ed accumulo di volumi prestabiliti secondo le recenti normative regionali con una gamma di superfici da 500 mq a 5000 mq.

  • Impianti chimico/fisici

    Le soluzioni Gajarda per il trattamento delle acque di prima pioggia sono applicate ad attività quali PV carburanti, piazzali autodemolizioni, parcheggi ed aree soggette ad inquinamento; si basano sulla tecnologia della dissabbiatura, disoleatura ed accumulo di volumi prestabiliti secondo le recenti normative regionali con una gamma di superfici da 500 mq a 5000 mq.

  • Trattamenti terziari

    I trattamenti terziari sono processi di affinamento della depurazione posti a valle di altri trattamenti. Generalmente sono costituti da sistemi di filtrazione in pressione o per gravità su letti di quarzite o di carbone attivo granulare.

    Sono molti importanti in processi di depurazione di acque industriali contenenti metalli e idrocarburi; in questo caso sono installati a valle di impianti chimico-fisici.

TOP

Entrare in contatto con noi è facile. Utilizza il modulo sottostante e richiedi una consulenza gratuita oggi.

Nel rispetto del Dlgs n. 196/2003 e del Regolamento UE 2016/679  sulla tutela dei dati personali Gajarda Srl garantisce che i dati inseriti nel presente modulo verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alle richieste dell’utente. Facendo clic sul pulsante -INVIA- si conferma di aver letto l'Informativa sulla privacy e si fornisce il proprio consenso al trattamento dei dati personali immessi.

Invio Form...

Il server ha riscontrato un errore

Form ricevuta

ISO

9001

BS OHSAS

18001

ISO

14001

SOA

OS22

Ho fatto molta strada.

Ho visto cose meravigliose.

Alla fine mi sono accorto che la parte

migliore l'avevo portata da casa.

Simone Alfonsini

GAJARDA Srl

Via Fosso Meneghina s.n.c.

Zona industriale Acquarossa

01100 Viterbo - (VT)

Tel.:

Tel.:

Mail:

0761 33.30.61

0761 33.30.64

© 2018 Gajarda S.r.l.   P.I. 01884860568